Cenni storici sull'origine di "PORTUS CANTORUM"

Il nome del nostro olio ha origini molto antiche riguardanti la terra in cui viene prodotto.

Portocannone esisteva già in epoca latina, ciò è dimostrato anche dal rinvenimento nella zona di resti archeologici di tombe con scritte romane e dal ritrovamento di monete romane ed altri oggetti in nostro possesso. Una moneta d’argento da noi trovata, porta effigi e segni addirittura del 274 a.C. Sito in mezzo al folto e vasto bosco di Ramitelli, fu distrutto dal catastrofico terremoto del 1456. Era situato sul lato orientale dell’importantissimo “Tratturo” L’Aquila-Foggia, ampia arteria di comunicazione tra i paesi dell’Abruzzo e Cliternia, la grande città della Capitanata, distante da Portus-Cantorum qualche ora di cammino. I romani di allora, che a scopo di commercio intraprendevano i loro viaggi per recarsi a Cliternia, erano soliti fermarsi(“Portus”) a questa nostra ultima tappa e, dopo aver risistemato carriagi, cose e armenti, al verde pascolo del tratturo, passavano la notte al bivacco cantando(“Cantorum”) allegramente per assicurare buona guardia intorno.

 

 


Fonte: Studio su Portocannone e gli Albanesi in Italia   (Michele Flocco)


Flag Counter